Un salotto per giovani ambiziosi ingegneri

Ospite del salotto delle esperienze è stato l’ingegner Giorgio Mosca, Vice PresidentGroup ICT, responsabile per la Governance e le strategie ICT a livello di Gruppo in Finmeccanica. Da subito siamo rimasti sorpresi dall’interesse e dalla facilità di interazione con il nostro ospite, incuriosito dagli obiettivi dei nostri progetti e dall’ esperienza formativa di alcuni di noi nelle tendopoli allestite in due paesi in provincia de L’Aquila colpiti dal terremoto.

Il suo modo di porsi è stato amichevole, già la posizione scelta non sulla cattedra ma davanti a noi interessati interlocutori, rifletteva questo tipo di approccio. La cosa che più ha incuriosito é stata la capacità di adattarsi a contesti aziendali differenti, pur avendo un background esclusivamente informatico: dall’azienda di telecomunicazione a quella degli elettrodomestici con problematiche apparentemente diverse da affrontare sempre con lo stesso approccio: “n risposte ad una sola domanda”, postulato alla base di qualsiasi analisi ingegneristica.

L’ingegner Mosca ha ribadito più volte quanto formativa sia l’esperienza in una società di consulenza all’inizio della carriera o in una holding per avere un approccio dinamico e mai schematico alle diverse problematiche. Cosa ha colpito, inoltre, è stata la risposta ad una nostra domanda sulla vita privata di un manager internazionale di alto profilo. Mosca ha sostenuto, infatti, che nonostante le tante difficoltà nel dover vivere all’estero, in paesi talvolta diversi nella cultura e nella quotidianità, esiste la possibilità di conciliare la vita familiare con tutto il resto.

All’interno del programma JC, i salotti sono una grande opportunità di incontrare personalità con grande esperienza umana e tecnica proprio come quella del gentile Ingegner Mosca.