foto torino

L’avventura torinese in Telecom Italia IT

Ciao boys&girls,

l’avventura torinese in Telecom Italia IT è iniziata da poche settimane…ma sembra passato molto di più dalle ultime giornate spensierate a Dublino.

L’idea di non trascorrere i prossimi quattro mesi nell’Open Space dell’ELIS ci ha intristiti un po’, perché avremmo respirato un clima di cameratismo, a volte goliardico e spensierato che già si era creato nelle due settimane a Dublino. Ma come si dice: “non si può avere tutto dalla vita!” e in effetti spesso è proprio da ciò che non conosci e che non faresti d’istinto che nasce una nuova consapevolezza di ciò che si è, di ciò che si potrebbe essere e di ciò che si diventerà!

Sono proprio queste le premesse con cui affrontiamo giorno per giorno, la nostra quotidianità torinese, lanciandoci senza freni e senza indugi in un progetto che ci impegna tanto, ma ci entusiasma. Le nostre aspettative sono, forse, simili a quelle di tutti gli altri JC24, ma quello che non ci saremmo mai aspettati è che, anche se siamo solo in quattro (includiamo il team leader, Davide, che è uno di noi a tutti gli effetti, garantito e certificato Unipi), i rapporti che si sono creati e che ci legano crescono in maniera esponenziale, proprio perché, lontani da tutti, ci ritroviamo ad essere, l’uno per l’altro, l’amico che hai lasciato all’università, il fratello mancato e, sempre, ripeto sempre, il complice per ogni scherzo o battuta per rompere la routine di serietà che viviamo.

L’intento di questa lettera/articolo non era di certo farvi commuovere, ma se per caso l’idea vi stesse balenando per la testa, vi riportiamo alla realtà dicendovi che non è sempre tutto idilliaco come sembra: l’afa a Torino è insopportabile, qualcuno di noi “diversamente fortunato” ha già vissuto mille avventure/disavventure tragicomiche, i piccioni sono più molesti, per non parlare dei mille bus al mattino, con tanto di scena alla “Fantozzi”.

Insomma, vi assicuriamo che la vita da JC non annoia mai e consigliamo vivamente a tutti i laureandi o neolaureati di prendere seriamente in considerazione l’idea di fare una salto a piè pari nel mondo della consulenza con il programma Junior Consulting; perché potrebbe anche non piacervi, ma il bagaglio di competenze, conoscenze e la crescita personale che si possono già percepire in poco più di un mese, ripagano qualsiasi sforzo, quindi #fatelasceltagiusta e siate padroni del vostro destino!
Vi salutiamo e facciamo un grande in bocca al lupo, sperando di avervi ispirato ad essere i prossimi JC25!
Claudio&Giovanni