amoroso

JC 1 anno dopo

– Perché hai scelto di partecipare a Junior Consulting?

“Ero alla ricerca di una valida esperienza che potesse fornirmi la possibilità di una crescita professionale e umana, che mi consentisse di avere un primo approccio al mondo del lavoro e che potessi reinvestire a livello universitario”.

– Ad un anno dal termine della tua esperienza, quali pensi che sia il valore aggiunto che ti ha dato partecipare a Junior Consulting?

“Sicuramente l’avermi consentito di mettermi alla prova relativamente ad una serie di ambiti che non avevo ancora avuto la possibilità di conoscere ed affrontare. Inoltre l’opportunità di lavorare in un contesto giovanile, dinamico e stimolante dal quale mi porto dietro dei forti legami di amicizia”.

– Qual è il tuo percorso di carriera ad oggi?

“Terminato il programma JC, dopo aver ripreso e terminato gli studi, ho trovato lavoro presso un società di consulenza a Roma”.

-Consigli per avere maggiori chance di successo nella carriera professionale?

“Magari prima di darne qualcuno mi occorrerebbe averne di consigli, ma di una cosa sono sicuro: cercare, per quanto possibile, di essere se stessi, evitando di plasmarsi per come ci vorrebbero. Del resto se del valore c’è qualcuno in grado di apprezzarlo, prima o poi, capiterà, e sarà sicuramente meglio non essersi venduti per ciò che non si è”.

– Ritieni che Junior Consulting ti abbia aiutato? Come?

“Mi ha sicuramente consentito di individuare delle aree professionali e comportamentali in cui poter migliorare, e per alcune di esse mi ha fornito anche gli strumenti necessari. D’altra parte mi ha anche permesso di avere conferma su quelle che pensavo fossero mie qualità e capacità”.

-Che consigli daresti agli studenti che stanno per uscire dal mondo universitario e si affacciano per la prima volta al mercato del lavoro?

“Magari gli proporrei di non partire sin da subito con eccessive pretese, di essere si ambiziosi, ma seguendo un giusto percorso di crescita, fatto di step successivi. Gli direi inoltre di non porsi limiti di nessun tipo, di affrontare qualsiasi situazione con il massimo entusiasmo possibile e cercare di carpire da ognuna tutta l’esperienza che si può”.