isole

Le isole!

Ad inizio Gennaio è terminata la formazione e siamo stati assegnati ai vari progetti. Finalmente abbiamo pensato tutti!!!!!

Appena ci hanno divisi ci hanno portato nelle postazioni di lavoro, ed ecco che finalmente il 9 Gennaio del 2015, dopo più di un mese dall’inizio di JC, entriamo nel famigerato “open space”.

A far da padrone all’intero ambiente due grandi isole, pronte ad ospitare tutti e 18 i partecipanti al programma.

Ad oggi è passato quasi un mese e possiamo già parlare dei caratteri delle due isole. Ogni isola infatti ha un’attitudine naturale che è data dalla somma dei caratteri  dei personaggi che la presiedono, più le varie interazioni che ci sono tra gli stessi.

La prima isola, che chiameremo “l’isola felice” è chiassosa e rumorosa, i personaggi che la presiedono sono nove, interagiscono spesso tra di loro e lo fanno non passando inosservati. Le loro risa echeggiano in tutta la stanza, attirando anche qualche sguardo di rimprovero dei senior.

La seconda isola, che chiameremo “l’isola pacata” è invece silenziosa e sembra il luogo giusto dove scambiare qualche chiacchera in relax. Risorsa di cui questi altri dispongono sempre in abbondanza e che sono sempre disposti a cedere all’altra isola con i famigerati “mandarini di Renato”.

Poi però arriva la tanto attesa pausa pranzo, non esistono più le due isole ma un’unica nuvola di persone che prima si ferma nella saletta del pranzo e poi si dirige verso l’orange bar, anche luogo di incontri clandestini di partite di calcio balilla e biliardo.

Nella pausa pranzo si smette di lavorare e ci si diverte quasi in maniera spensierata…..unico problema è, chi vuole poi riiniziare a lavorare per la sessione pomeridiana?!

Federica