truglio

JC 1 anno dopo!

  • Perché hai scelto di partecipare a Junior Consulting?

“Perchè avevo voglia di provare un’esperienza diversa dal solito stage di 6 mesi in azienda. JC invece offriva tutto ciò che volevo: oltre che un progetto di consulenza in azienda, tanta formazione e un corso di lingua inglese all’estero. E devo dire che a posteriori rifarei la stessa scelta!”

 

  • Ad un anno dal termine della tua esperienza, quali pensi che sia il valore aggiunto che ti ha dato partecipare a Junior Consulting?

“La formazione su soft skill e strumenti di lavoro che all’università viene tralasciata e che invece si è dimostrata essere molto importante per l’approccio al mondo del lavoro”.

 

  • Qual è il tuo percorso di carriera ad oggi?

“Ho iniziato in  Consel lavorando ad un progetto per  TIM Brazil a Rio De Janeiro, successivamente mi sono fermato qualche mese per concludere gli studi e da qualche giorno ho iniziato a lavorare in Bisness Integration Partner come Business Analyst”.

 

  • Consigli per avere maggiori chance di successo nella carriera professionale?

“Avere sempre voglia di imparare e non aver paura dei cambiamenti. Inoltre penso sia importante la consapevolezza dei propri punti di forza e di debolezza, in modo tale da valorizzare i primi e lavorare sodo per migliorare i secondi”.

 

  • Ritieni che Junior Consulting ti abbia aiutato? Come?

“Senza dubbio! Mi ha aiutato nelle relazioni con gli altri e mi ha fatto capire l’importanza di mettersi in gioco e sfidare se stessi”.

 

  • Che consigli daresti agli studenti che stanno per uscire dal mondo universitario e si affacciano per la prima volta al mercato del lavoro? 

“In fase di ricerca del lavoro, consiglierei di non fermarsi alla prima occasione che si presenta ma valutare tutte le possibili alternative. Una volta trovato il lavoro, consiglierei di avere fiducia in se stessi e dare il  massimo cercando di apprendere il più possibile”.