immajc26

Un cratere di emozioni

Sono trascorsi appena due mesi da quando è iniziato il programma di formazione e tra imprevisti da gestire, valigie da preparare, sorrisi e qualche lacrima di nostalgia…il tempo è volato.

Vite che s’intrecciano per caso, perché per caso hai deciso di partecipare al programma e casualmente incontri delle belle persone.

Molto spesso siamo abituati a definire amici quelle persone con cui abbiamo dei rapporti frequenti, ma chi veramente lo è?!

“Un cratere di emozioni” così può essere anche definito il programma JC e al suo interno possono nascere diversi tipi di relazioni, rapporti d’amicizia che custodirai e ricorderai per tutta la vita.

C’è l’amico che ti sostiene e condivide con te lo spazio e il tempo in “open space”, questo posto dove ogni mattina tutti si ritrovano con le stesse paure, le stesse incertezze sull’essere o meno all’altezza delle aspettative ma con la stessa grinta e voglia di fare e d’imparare.

C’è l’amico che non vedi tutti giorni perché assegnato ad un progetto in un’altra città; basta un messaggio, una semplice emoticon e riporti la mente a quel momento vissuto e non puoi che sorridere e ricordare con un po’ di nostalgia i momenti trascorsi insieme!

C’è l’amica che ha condiviso con te i primi giorni a Roma o il tuo stesso appartamento e che sempre il caso ha deciso di mandare in un’altra città; sei consapevole della tua affinità con lei e non puoi non notare la sua assenza in casa!

C’è il rapporto d’affetto che nasce tra i membri di un team, ai quali non puoi nascondere le emozioni che vivi, quello con le amiche con cui condividi la stanza, con cui prendi il caffè, con cui ti confronti quando hai un problema.

Come, quindi, non possono nascere amicizie!?

Con tutti, nonostante siano trascorsi appena due mesi, senti di avere un legame che dura da anni e sai che non possono essere definiti semplici conoscenti. Non puoi fingere, non puoi fare a meno di essere sincero e spontaneo con loro nonostante tu non abbia la certezza che il rapporto continui anche dopo che il programma sia finito!

Non sai che strada deciderai di percorrere alla fine di questi sei mesi né se rincontrerai uno di loro…ma una scelta puoi già farla: scegli di goderti il viaggio!

Rosaria Andrea Palermo