I JC nel tempo..

Perché hai scelto di partecipare a Junior Consulting?

Ho scelto JC perché volevo intraprendere un percorso di tesi alternativo che mi portasse ad un contatto con la realtà lavorativa. Qualcosa di diverso dallo stage tradizionale, dove magari si perde alcune volte il contatto con l’aspetto formativo, ma che allo stesso tempo mi mettesse alla prova, portandomi fuori dalla zona di comfort dell’ambiente universitario.

A distanza dall’esperienza quale pensi che sia il valore aggiunto che ti ha dato partecipare a Junior Consulting?

Partecipare a Junior Consulting mi ha dato maggior consapevolezza di ció che avrei trovato una volta entrata pienamente nel mondo del lavoro e la possibilità di conoscere in anticipo gli strumenti che mi avrebbero permesso, e ad oggi tutt’ora mi sono utili, per affrontare situazioni di difficoltà, fronteggiare clienti con diversi atteggiamenti e far fronte in maniera preparata agli elementi di imprevisto.

Qual è il tuo percorso di carriera ad oggi?

Da quando ho intrapreso il percorso di JC sono sempre rimasta nell’ambito della consulenza ed attualmente lavoro in una società internazionale di consulenza, Ernst & Young, occupandomi di progetti di transformation aziendale.

Consigli per avere maggiori chance di successo nella carriera professionale?

Ognuno di noi ha un concetto differente di successo lavorativo, per alcuni può significare diventare Partner di una grande società di consulenza, per altri invece avviare una propria attività. In ogni caso il mio consiglio è quello di agire, far sentire la propria voce e dimostrare la propria volontà, prima di tutto a se stessi, di voler intraprendere un determinato percorso.

Ritieni che Junior Consulting ti abbia aiutato? Come?

Cosa ho imparato di più da Junior Consulting? Il valore del team. Lavorare in gruppo non è solo unire i proprio contributi, ma è anche imparare a relazionarsi con altri caratteri, confrontarsi, discutere, dare e ricevere feedback, costruire e crescere insieme.

Che consigli daresti agli studenti che stanno per uscire dal mondo universitario e si affacciano per la prima volta al mercato del lavoro?

Ai ragazzi che oggi si trovano a metter piede per la prima volta nel mondo del lavoro  consiglio di non sottovalutarsi, di avere un atteggiamento positivo e soprattutto di non aver paura di osare e di sbagliare, anzi direi che è proprio dai momenti in cui “ci si butta” che di solito nascono grandi occasioni.

Approfondisci

I JC nel tempo..

Perché hai scelto di partecipare a Junior Consulting?

Ero appena tornato da un anno di Erasmus e cercavo un progetto interessante. Lo trovai….

A distanza dall’esperienza quale pensi che sia il valore aggiunto che ti ha dato partecipare a Junior Consulting?

Cosa non mi ha dato direi! Durante JC abbiamo fatto diversi corsi tra cui quello di public speaking che mi ha aiutato molto nel migliorare la qualità dell’esposizione, poi ho avuto modo di riflettere su cosa significa preparare un cv e soprattutto ho avuto la possibilità di capire cosa un HR valuta e cerca.

Qual è il tuo percorso di carriera ad oggi?

Subito dopo JC ho iniziato a lavorare in NTT DATA a Roma. Dopo un anno ho deciso di lasciare Roma e trasferirmi a Milano in Bip.

Mi occupo di cybersecurity collaboro con le principali aziende presenti in Italia in diversi settori come Telco, banking, utility, food and beverage.

Consigli per avere maggiori chance di successo nella carriera professionale?

Avere sempre voglia d’imparare, anche lo stagista neoassunto porterà all’interno del gruppo una visione innovativa.

Ritieni che Junior Consulting ti abbia aiutato? Come?

Si, sia sui soft skils che sulla parte contrattuale.

Sulla parte di soft skils mi ha permesso di approcciare il mondo del lavoro con meno timidezza, e soprattutto mi ha fatto scoprire molte cose a cui non pensi (la postura, il tono della voce, l’approccio con i colleghi, i feedback ecc). Sulla parte contrattuale mi permise di avere un contratto più vantaggioso.

 

Cazzeggio time(JC mi ha aiutato a trovare casa a Milano, la mia coinquilina l’ho conosciuta in JC)

Che consigli daresti agli studenti che stanno per uscire dal mondo universitario e si affacciano per la prima volta al mercato del lavoro?

Partecipate a  JC!!! Soprattutto per chi vuole lavorare in consulenza è una palestra, entrando in un’azienda potresti essere piazzato da un cliente da un giorno all’altro non capendo il 95% delle cose che accadono. In JC hai la possibilità di migliorare le Soft skills, iniziare a capire cos’è sia il mondo della consulenza e che del lavoro.

Fate diversi colloqui non vi fermate al primo, non mettete da parte le vostre passioni!

Approfondisci

I JC nel tempo..

Perché hai scelto di partecipare a Junior Consulting?

Ho scelto di partecipare a Junior Consulting per fare un’esperienza nuova e per entrare nel mondo del lavoro con la giusta preparazione.

A distanza dall’esperienza quale pensi che sia il valore aggiunto che ti ha dato partecipare a Junior Consulting?

Non posso parlare di un solo valore aggiunto in quanto questa esperienza mi ha dato davvero tanto sotto tutti i punti di vista. Se però dovessi identificarne uno in particolare direi sicuramente la consapevolezza dei miei punti di forza.

Qual è il tuo percorso di carriera ad oggi?

Terminato Junior Consulting ho completato gli ultimi due esami della Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica e solo dopo 4 giorni dalla Laurea ho ricevuto una proposta di lavoro a tempo indeterminato come Analista Programmatore. Oggi sono responsabile di progetto.

Consigli per avere maggiori chance di successo nella carriera professionale?

Un consiglio mi sento di darlo: dare il massimo in tutto ciò che si fa senza pensare a quello che potrebbe accadere. Mettere tutta la propria convinzione per raggiungere un obiettivo.

Ritieni che Junior Consulting ti abbia aiutato? Come?

Posso dire che Junior Consulting non mi ha aiutato, è stato semplicemente determinante per la mia carriera professionale. Il programma, per me, non è stato semplice. Le difficoltà affrontate mi hanno dato quel qualcosa in più che oggi sono determinanti nella mia vita lavorativa. Far parte di un team di sviluppo, avere sintonia con tutti i membri del team, riuscire a gestire le varie situazioni che possono crearsi nel corso del tempo, sono solo alcune delle situazioni che bisogna essere in grado di gestire. Junior Consulting mi ha dato molto sotto questo punto di vista.

Che consigli daresti agli studenti che stanno per uscire dal mondo universitario e si affacciano per la prima volta al mercato del lavoro?

Sicuramente di partecipare ad un programma come Junior Consulting. Sarà  un’esperienza determinante per la loro vita, non solo a livello professionale.

Approfondisci

I JC nel tempo..

Perché hai scelto di partecipare a Junior Consulting? 

Per fare un’esperienza nuova, fuori dall’Università e che mi consentisse di approcciare al mondo del lavoro.

A distanza dall’esperienza quale pensi che sia il valore aggiunto che ti ha dato partecipare a Junior Consulting? 

La parola chiave è Network, da li parte tutto. Per inserirsi nel mondo del lavoro è un tassello fondamentale che, unito alle competenze fornisce una visione di insieme che risulta essere il trampolino di lancio per la crescita professionale e personale.

Qual è il tuo percorso di carriera ad oggi?

 A due anni dalla fine del mio JC26, adesso lavoro per EY come Senior Consultant.

Consigli per avere maggiori chance di successo nella carriera professionale?

 Guardare sempre oltre il proprio naso, non porsi limiti e pensare in maniera innovativa.

Ritieni che Junior Consulting ti abbia aiutato? Come? 

E’ stata un’occasione per la formazione e per l’inserimento all’interno del Network di aziende.

Che consigli daresti agli studenti che stanno per uscire dal mondo universitario e si affacciano per la prima volta al mercato del lavoro? 

Non pensate mai di essere arrivati, siate sempre curiosi ed appassionatevi a ciò che fate.

Approfondisci