Customer Experience in ELIS

Nella giornata del 28 maggio 2012, si è svolto un “salotto delle esperienze” con  il responsabile delle Customer Operations di Vodafone Manlio Costantini e i ragazzi del programma Junior Consulting. Dopo aver raccontato la nostra esperienza all’interno del programma, abbiamo ascoltato i passaggi fondamentali della vita professionale di Manlio Costantini e dei suoi due collaboratori . Successivamente ci è stato lanciato l’argomento del brainstorming ovvero la Customer Experience. Ci siamo divisi in quattro gruppi e abbiamo ragionato insieme  su tre proposte concrete che Vodafone potrebbe attuare allo scopo di “sorprendere e coinvolgere i clienti con esperienza, semplice, affidabile e personale”.

Abbiamo discusso in plenaria le nostre proposte ed ascoltato i feedback dei nostri “referenti”.

L’esperienza è stata interessante, ci ha permesso di ragionare su un tema non banale, in quanto è tutt’altro che semplice trovare proposte che possano accattivare i clienti che non riguardino solo variazioni tariffarie.

Sono emerse  idee interessanti che spaziavano dal proporre servizi di remainder per sim scadute o senza credito, fino a piattaforme Vodafone di servizi o intrattenimenti come “Vodafone Cafè” o “Vodafone Store”. C’è stata sicuramente una crescita sia individuale che a livello di gruppo proprio nel provare a risolvere problemi di natura diversa, abilità fondamentale in un gruppo di aspiranti  Analyst.

Approfondisci

Trionfo dei nuovi JC 16: dura lezione per i team leader dell’ELIS

Serata umida e spettatori paganti ridotti all’osso per la prima amichevole della stagione fra team leader e JC 16. Partenza blanda per i giovani neointrodotti, forse leggermente intimoriti dai “boss” avversari. Non dura molto però la resistenza dei senior, che cominciano ad incassare gol a ritmo piuttosto preoccupante. Il divario tecnico passa in secondo piano dal momento che cominciano a subentrare gli acciacchi muscolari: Migliori lamenta crampi e La Cesa vede fortemente condizionate le sue folate sulla fascia da un leggero stiramento al quadricipite femorale. Il risultato finale è impietoso, Team Leader 3 – JC16 3n (n->∞).

I senior si svegliano tardi e la loro reazione non va oltre i 3 gol, che sebbene di pregevole fattura, sono troppo poco per alleviare i malumori del pesante passivo subito. Siamo solo ad inizio stagione, ma allenatore e società sono già sotto l’assedio dei delusi sostenitori. Di contro i nuovi JC appaiono già amalgamati e concreti, si divertono ed infiammano il pubblico con giocate spumeggianti.

Pagelle:

Marrone: voto 5. Ce la mette tutta, corre e lotta dall’inizio alla fine dell’incontro, ma soffre troppo la velocità avversaria e in fase di impostazione risulta spesso impreciso. VOLENTEROSO.

Migliori: voto 5. Parte bene ma ben presto accusa crampi muscolari. Lodevole lo sforzo per proseguire la gara nonostante le condizioni precarie. COMBATTENTE.

La Cesa: voto 5,5. Chiama molti più palloni di quanti ne riesca a ricevere, ha le idee giuste ma la realizzazione lascia a desiderare. Nota positiva il bel gol dalla distanza. IDEALISTA.

Tuzza: voto 6. Partita silenziosa per il giovane senior che si fa notare poco a livello scenografico, ma costituisce il motore reale della squadra. Tutti i palloni passano dai suoi piedi. CONCRETO.

Cambi: voto 6,5. È il migliore dei suoi. Il fisico c’è e lui lo sfrutta al meglio. Si carica sulle spalle tutto il peso dell’attacco, riuscendo spesso a trovare lo spazio per il tiro. Gioca bene nonostante il fardello della maglia “maielis” – “stefano” che lo condizionano pesantemente. FONDAMENTALE.

Mirra: voto 6. È l’ultimo arrivato e forse paga un po’ l’emozione dell’esordio. Col passare dei minuti si integra maggiormente nei meccanismi della squadra. La sua presenza in difesa conferisce sicurezza e stabilità alla squadra. DIGA.

De Santis: voto 6,5. È un cestista e si vede. L’abbigliamento e lo stile di gioco evidenziano un gap tecnico ancora da colmare. La voglia e l’impegno però, compensano ampiamente le lacune e la capacità di adattarsi ai vari sport ne impreziosiscono il rendimento. JOLLY.

De Palo: voto 7. Baricentro basso e piedi buoni, gli ingredienti giusti per un giocatore di pura classe. Autentica spina nel fianco della difesa avversaria, costretta spesso a fermarlo con “le cattive” approfittando del fisico non imponente. FUORICLASSE.

Scacco: voto 7. Buona corsa e prestanza fisica, lavora per la squadra organizzando tattiche e gestendo i meccanismi. Sfrutta le lunghe leve anche se a volte ne perde il controllo e finisce per crearsi problemi da solo. REGISTA.

Bruzzichini: voto 7,5. È l’unico membro esterno all’azienda, ma presenta un curriculum da assunzione immediata. Convocato in extremis per forfait del Serusi (indisponibile causa convocazione in nazionale sarda), risponde “presente” senza esitazioni. È il principale realizzatore e spazia in tutte le zone del campo. BOMBER.

Partita senza storia quella in scena al “San Francesco” di Roma!

Approfondisci

What do you think about it??

Thank you JC because when I started from Italy my English is very elementary and I don’t spoke and wrote in English very well. This experience is helping me not only to learn English but also to learn about other cultures.  JC over the study allowed me to know a new city…Dublin!!!!!!!

It is a fantastic city with beatiful places to visit,parks,shop and excellent beer…In addition to all this study-holyday allowed me to get more in touch and learn more about my colleagues who will work with me in the future…and after what can I say..?? I don’t Know…oh no I can say that this is a fantastic experience and I advise all that JC is an opportunity not be missed!!!!!!! Now here comes the time to pack my bags…what i put within??

An experience that I will not forget for a life time!!!!!I am writing this article after my firts week and I think that my English has  improved a lot…what do you think about it??

See you and thank you JC…regards Simon

Simone Florindi

Approfondisci