Io non ho mai…cucinato gnocchi!

outdoor jc14Ebbene si, i JC 14 non potranno più pronunciare questa frase dopo l’outdoor che ha avuto luogo il 31 gennaio in un agriturismo nei pressi di Cervara (RM).
Arrivati a destinazione la sera precedente, dopo una cena in animata compagnia, si è giunti dopo non troppe ore di sonno al fatidico giorno.

La riunione mattiniera ha decretato l’obiettivo della giornata: cucinare un menu tipico per 12 persone entro le 13. I ragazzi sono stati divisi in due squadre, in due cucine su due piani differenti ma con la possibilità di comunicare ed aiutarsi tra loro. Alla lettura del Menu, le reazioni sono state molteplici: dallo sguardo furbetto di chi poteva far uso della ricetta segreta a quello perso di chi sapeva che avrebbe asciugato tutto il giorno piatti.
L’attività ha avuto subito inizio, ed in seguito ad una suddivisione dei ruoli in base alle proprie capacità (Cuoco, Aiuto cuoco, Sguattero) si è iniziato a lavorare sotto lo sguardo attento degli organizzatori…che ci osservavano nella speranza che ci accorgessimo che qualcosa non andava. In effetti, il trucchetto c’era, gli ingredienti a disposizione erano stati tarati per 4 persone e non sarebbero mai uscite 12 porzioni!
Uno solo dei due gruppi si è accorto del fatto senza però poterlo rivelare all’altro che ha continuato imperterrito nella creazione e moltiplicazione di gnocchi grazie alle ingenti dosi di farina. Quest’ultimo è stato quindi sollecitato ad un’ora dalla consegna a preparare dei piatti aggiuntivi.

Il tutto si è concluso con un pranzo collettivo a cui non tutti la sera sono sopravvissuti ed una riflessione su cosa poteva andare meglio.
Il bello di quest’esperienza è stato vedere i propri compagni sotto una luce diversa andando a cogliere qualche aspetto che la quotidianità dell’Open Space a volte nasconde.
Quello che abbiamo imparato da questa giornata, è stato come prima di iniziare un progetto  grande o piccolo che sia, bisogna fermarsi un attimo a pensare se sia effettivamente realizzabile, mantenere sempre una visione d’insieme e comunicare costantemente con i propri compagni rispetto alle proprie impressioni e perplessità. Tutto quello che passa attorno a noi è nostra responsabilità, ed in un clima collaborativo da semplici considerazioni possono venir fuori buone opportunità per la riuscita dell’obiettivo finale [Fonte: GG].

Che dire, a quando il prossimo outdoor?

Approfondisci

Patuano e i segreti del buon manager

Marco Patuano, attuale direttore Domestic Market Operations di Telecom Italia, oggi ospite in ELIS, con il suo intervento incisivo ha stregato l’audience degli allievi JC e non solo.

Dopo il breve racconto sul suo percorso di vita e professionale, breve ma ricco di esperienze e di luoghi visitati e vissuti, ha condiviso alcuni concetti chiave nella sua vita da manager. Concetti apparentemente scontati, ma assolutamente veri e condivisibili.

Il buon manager non deve avere paura del talento degli altri (“non deve aver paura di cavalcare la tigre!”); nel percorso professionale non bisogna necessariamente essere primi, ma se si decide di esserlo bisogna assumersi dei rischi; ognuno deve poter dire la sua, da questo mix di idee si può intravedere la soluzione migliore, che non é detto debba coincidere con la decisione, tuttavia non decidere è come aver deciso di non scegliere e di non fare! Bisogna quindi decidere, prima o poi; infine l’execution, ad ogni decisione deve seguire un’azione.

Infine, un concetto che sintetizza il tutto: non perdere mai di vista il riferimento tra il business e l’etica all’interno della quale applicare il business. Su questo concetto Machiavelli avrebbe da ridire, così che il fine non sembra giustificare i mezzi…

Un ultimo consiglio: scoprire la propria attitude…scoprendo prima cosa sia l’attitude! A quanto pare la sua ce l’ha ben chiara, anche se non è stata chiara da subito: “mettere a posto i casini”. E qual’è la vostra attitude?

Approfondisci

JC 14…sono cominciate le selezioni!

logo-selezioneIl 4 ottobre 2010 partirà la quattordicesima edizione di Junior Consulting , il programma  rivolto ai laureandi di II livello in Ingegneria (TLC, Informatica, Elettronica, Gestionale), Statistica, Economia e Informatica provenienti dalle Università italiane.

Durante lo stage, oltre alla formazione manageriale, verrà affidato un progetto reale da parte dell’azienda committente che lo studente potrà utilizzare per la stesura della tesi di laurea magistrale.
La borsa di studio copre l’intero valore dell’esperienza ed offre:
Stage in azienda
– Sviluppo in team di progetti aziendali con il supporto di un team leader
– Utilizzo del materiale del progetto per la stesura della tesi di laurea
– English school di 2 settimane a Dublino
Tirocinio Formativo con crediti accademici
– Formazione manageriale, relazionale e tecnica con percorsi di preparazione alle certificazioni
– Supporto allo sviluppo professionale attraverso un coaching individuale
– Incontri con i top manager delle più importanti realtà aziendali
– Possibilità di richiedere un prestito d’onore aggiuntivo

I dati sul placement confermano che il 100% dei partecipanti trova un’occupazione prima della laurea.

I requisiti preferenziali per la candidatura sono:
– essere laureandi di laurea specialistica in Ing. delle Telecomunicazioni, Ing. Informatica, Ing. Elettronica, Ing. Gestionale, Informatica, Statistica e Economia
– avere non più di 4 esami da sostenere alla partenza del programma
– avere una media non inferiore a 27/30
– avere un’età massima di 28 anni

Sono in corso le selezioni che si concluderanno il 24 settembre 2010
Per candidarsi, compilare il modulo: http://www.elis.org/iscrizioni#JC
Per maggiori informazioni: www.juniorconsulting.it o contattaci a  selezione@elis.org
Tel. 06.43.560.425 – 06.43.560.376

Aziende del Consorzio ELIS (www.consel.org):

Approfondisci